FacebookSocial Media

Facebook Libra come funziona

Una svolta epocale?

Facebook Libra, la criptomoneta di Mark Zuckenberg, è stata presentata la scorsa settimana al mondo intero.

L’annuncio di Facebook non ha sorpreso, era annunciata da tempo e dunque bisognava le tempistiche e cosa sia Libra.

Scopriamo insieme come funziona?

Criptovaluta Libra

Iniziamo con il dire che la Svizzera è coinvolta, perchè Calibra la società controllata da Facebook che fa parte della Libra Association, ha sede a Ginevra.

Facebook ha ribadito che l’ente non profit è stato istituito in Svizzera il mese scorso perché il paese “ha una storia di neutralità globale e apertura alla tecnologia blockchain, e l’associazione si sforza di essere un’istituzione internazionale neutrale, quindi la scelta di essere registrata lì” (dichiarazioni)

Facebook ha svelato il suo progetto per diventare una banca con la creazione di una criptovaluta, Libra appunto, la fondazione di un’organizzazione no-profit (fa senso?) Libra Association la quale fungerà da autorità monetaria centrale.

Qui sotto un video che spiega in maniera semplice il funzionamento della Libra Association.

Una bilancia per il mondo monetario

Il nome della criptovaluta viene dall’antica Roma, significa bilancia. Sarà una moneta virtuale che sfrutta la tecnologia blockchain, ma sarà una “stable coin”, che a differenza del bitcoin, il suo valore è ancorato ad un paniere di beni.

Libra sarà acquistabile attraverso un borsellino elettronico con le valute correnti. Il primo digital wallet sarà Calibra, creato dall’omonima azienda di Facebook, utilizzabile dal 2020.

Immagini del nuovo wallet digitale Calibra della nuova criptovaluta Facebook Libra
Il Wallet digitale Calibra di Facebook.

Con Calibra si potrà scambiare la criptovaluta Libra. L’azienda garantisce che lo scambio sarà sicuro, facile e accessibile anche a coloro che non hanno un conto bancario.

Staremo a vedere.

La Libra Association

Non ci sarà solamente Calibra all’interno di questa associazione, ci sono grandi nomi che ne fanno parte come:

Mastercard, Visa, PayPal, Vodafone, Spotify, eBay, Uber, Andreessen Horowitz, tutti hanno pagato 10 milioni di dollari per partecipare.

linguaggio di programmazione Move della criptomoneta di Facebook Libra
Il nuovo linguaggio di programmazione open source Move.

Il loro compito è quello di gestire la moneta, coinvolgere nuovi partner, promuovere lo sviluppo del linguaggio di programmazione open source Move alla base del funzionamento del processo.

Calibra ha lo stesso peso di voto degli altri membri.

Gli sviluppi di Facebook Libra

Molti in questi giorni si chiedono molte domande.

Dobbiamo investire subito in Libra? Direi di NO.

Si tratta di una stable coin. Lo scopo di questa criptovaluta è di creare la massima stabilità e renderla utile per scambi internazionali liberi dalle monete nazionali, con molti vantaggi.

Dobbiamo aspettarci che questa criptomoneta verrà utilizzata per acquisti online, scambi di soldi tra privati, operazioni finanziari e molto altro ancora.

La popolazione dei paesi del terzo mondo che aspettano una svolta nella loro vita, Facebook Libra potrebbe riuscirci.
Le persone più povere potrebbero trarre vantaggi da Libra.

Facciamo un esempio, le persone che vivono in paesi del terzo mondo con monete poco stabili, da un giorno la loro moneta potrebbero svalutarsi, con il rischio di perdere il potere di acquisto. Libra potrebbe favorire questa popolazione.

Nel White Paper potete trovare tutti i dettagli.

La differenza con la criptovaluta più famosa

Il Bitcoin è famoso per essere una moneta decentralizzata. Nessuna società, governo o altra organizzazione l’ha gestisce. Il protocollo garantisce che un certo numero di bitcoin vengono prodotti a una velocità predeterminata.

Il Bitcoin viene paragonato all’oro.

Quanto il prezzo di mercato dell’oro aumenta, i minatori scavano più a fondo, producendo più oro, il che fa scendere il prezzo. Quando il prezzo dell’oro cade, i minatori interrompono l’estrazione, producendo meno oro, il che fa aumentare il prezzo. 

Il protocollo bitcoin ha creato una versione digitale di questo processo, con l’importante differenza che i bitcoin possono essere inviati sul Web. E questo significava che, a differenza dell’oro, il bitcoin è stata utilizzata dalle persone che diffidavano della gestione dei governi delle valute nazionali.

Quali sono le criticità

Libra non è decentralizzata. Facebook sapeva che una criptovaluta completamente decentralizzata non sarebbe utilizzabile. Ma nemmeno controllata da Facebook, non sarebbe affidabile.

Il white paper propone di cogliere entrambi le parti del dilemma, sostenendo che Libra è sia decentralizzata che centralizzata. 

Libra è decentralizzata perché è basata sulla blockchain, la tecnologia utilizzata da bitcoin, che garantisce che i record siano conservati da più utenti anziché da uno.

Ma Libra è anche centralizzata attraverso la creazione di un organo di governo. Quel corpo è l’Associazione Libra, che si trova in Svizzera

L’associazione conta 28 membri, con un numero che dovrebbe salire a 100. Le principali decisioni politche vengono votate tra i membri, che come abbiamo visto sono delle grandi aziende, le persone ordinarie che acquistano e usano Libra, non hanno voti.

Come potete intuire queste multinazionali vogliono ricavere del profitto. Ogni volta si cambia valuta nazionale con Libra, quei soldi verranno utilizzati dall’assocaizione per fare operazioni finanziari, il tutto con l’intento di guadagnare più soldi.

Più utenti utilizzeranno Libra, più soldi saranno a disposizione di queste aziende che potranno agire come una banca! Da una parte l’idea di Facebook di una criptomoneta mondiale è ragionevole.

D’altra parte molte persone sono preuccupate del potere che Facebook avrà, oltre 2 miliardi di persone sono utenti del social media e ora la sua entrata nel mondo della finanza potrà generare forti

La mia newsletter
Ricevi una volta a settimana una mia selezione di super contenuti sul mondo digitale, marketing e business. Libri, tool, video, post, eventi e tanto altro materiale interessante per il tuo lavoro.
Ho letto l'informativa privacy
We respect your privacy
Tags

Stefano Dias

Mi chiamo Stefano ho 35 anni e ho aperto questo blog per poter condividere con voi la mia passione per il mondo digitale. Attraverso queste pagine voglio potervi fornire gli strumenti necessari per sfruttare al massimo gli strumenti di digital marketing. Sempre con un tono molto allegro e divertente.
Back to top button
Close
Vai alla barra degli strumenti